Tariffe SIAE per l’intrattenimento matrimonio

State organizzando il vostro matrimonio, siete quasi convinti di aver pensato a tutto, avete spuntato ogni voce della lista: abiti, location, inviti, bomboniere ed intrattenimento musicale, ogni cosa è stata pianificata da tempo, ma avete pagato la SIAE? La Società Italiana degli Autori ed Editori richiede il pagamento di un compenso per il diritto d’autore, che non può mancare nella vostra “wedding to do list”. Dimenticarsene significa rischiare di dover aggiungere una multa salata al budget per le nozze.

Che cosa è la SIAE

Ogni opera nasce da un’idea grazie alla creatività dell’autore che, dedicandovi tempo ed impegno, compone un brano, scrive un libro o dipinge un quadro, la SIAE è stata creata per evitare la riproduzione non autorizzata o modifiche non consentite da parte di terzi delle opere d’ingegno, che vanificherebbero in un attimo il lavoro degli autori.

Oggi sono più di 62 milioni le opere italiane e straniere protette da questa società. La legge italiana tutela le opere artistiche, facendo si che gli autori ricevano il giusto compenso ogni qualvolta esse vengono riprodotte o utilizzate.


Ogni anno sono 1,2 milioni le licenze che la SIAE rilascia ad enti pubblici e privati per l’organizzazione di feste, matrimoni ed eventi di diverso tipo, che prevedono soprattutto la riproduzione di brani musicali. La Società Italiana degli Autori ed Editori non ha scopo di lucro, infatti il diritto d’autore per cui richiede il pagamento non può essere considerato una tassa, ma un compenso per il lavoro svolto da colui che ha creato l’opera. Il compito della SIAE non si esaurisce alla tutela, l’associazione fornisce anche interessanti analisi dei dati relativi al mondo dello spettacolo e delle arti: sul sito scoprirete la top 10 dei concerti del 2019 o quali sono i film del mese che hanno avuto l’incasso maggiore al botteghino.

Tariffe SIAE

In occasione del matrimonio non dimenticatevi di pagare il compenso alla SIAE, in caso contrario potreste incorrere in sanzioni che possono raggiungere un ammontare fino a 3000€. La tariffa da versare all’associazione dipende dalla modalità scelta per la riproduzione di brani musicali: infatti nel caso in cui scegliate di contattare dei musicisti per l’occasione dovrete corrispondere solo il compenso per il diritto d’autore, in caso di riproduzione di brani da un dispositivo oltre ad esso sarà necessario il pagamento dei diritti connessi.

Il diritto d’autore nasce nel momento in cui viene creata l’opera, un bene prezioso frutto di lungo lavoro, esso assicura agli autori un compenso e la possibilità di continuare a stupire, divertire ed emozionare con le loro idee. I diritti connessi invece tutelano i soggetti collegati all’autore dell’opera, come ad esempio la casa discografica o la casa editrice.


Esaminando le cifre nello specifico l’importo dovuto alla SIAE per un matrimonio sino a 200 invitati per il 2019 è di 199€, se si tratta di riproduzione di brani ad esso vanno sommati 79€. Se il numero degli ospiti è più elevato invece si raggiunge la somma di 299€ a cui eventualmente aggiungere i 199€ per il pagamento dei diritti connessi, tutti le cifre sono da considerarsi IVA esclusa.

Come pagare la SIAE

Per pagare la SIAE è necessario registrarsi al sito dell’ente e seguire la procedura online. Se siete preoccupati della possibilità di non comprenderne a fondo i meccanismi, nessun problema: rivolgendoti alla professionalità dei dj matrimoni di MusicAdeejay avrete a disposizione un team disponibile a rispondere a tutte le vostre eventuali domande, chiarire ogni dubbio sulla SIAE e sulle autorizzazioni necessarie ed aiutarvi nella procedura di pagamento. In questo modo sarete sicuri di non incorrere in alcuna sanzione e potrete godervi senza stress una selezione di musica personalizzata per il giorno del sì.